Tempo al tempoMi fa piacere darvi una notizia di “servizio”. Da stamattina su QN Quotidiano Nazionale – Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno – parte la mia rubrica settimanale “Tempo al tempo”, dove scrivo di orologeria meccanica, analizzando di volta in volta la storia e le caratteristiche del modello che viene presentato. La rubrica la troverete tutti i venerdì nelle pagine della Moda.
Inoltre, sempre per QN, avrò il piacere di curare due “Speciali Orologi”, ossia due appuntamenti semestrali di approfondimento. Il primo è previsto per il prossimo 26 maggio, il secondo verso fine novembre.
Per chi non fosse tra i 227mila lettori che ogni giorno comprano il QN, niente paura, tutti gli articoli in questione avranno anche uno spazio apposito sul sito del QN: www.quotidiano.net
Tra tutto ciò che faccio con la scrittura – romanzi, saggi, il blog, i corsivi, eccetera – c’è anche questo: sono uno dei pochissimi “sciroccati” che è maniaco a tal punto da poter scrivere di orologeria meccanica sul primo quotidiano per copie vendute in edicola e il terzo per numero di lettori in Italia.

Leggi tutto...

 

Le primarie e il baratroNelle stesse ore il filo conduttore del destino cuce trame significative che si intrecciano alla perfezione. Così, mentre Trump annuncia “il taglio delle tasse più grande della storia”, con le aziende USA che passeranno dal prelievo del 35% al 15%, noi su Sky – l’unica tv che fa servizio pubblico – sentiamo i candidati alle Primarie del PD – il bello, il brutto e il cattivo (decidete voi i ruoli, tanto non cambia niente) – parlare di patrimoniale, Alitalia sì o no e legge elettorale. Intanto Beppe Grillo viene sbugiardato dal suo stesso cavallo di battaglia. Perché secondo RSF (Reporters sans frontières) la poca libertà di stampa in Italia è anche colpa delle intimidazioni del Movimento 5 Stelle. E Giorgio Guazzaloca, primo sindaco non comunista di Bologna, muore a 73 anni, dopo una malattia iniziata subito dopo l’elezione a sindaco.

Leggi tutto...

 

L’ammazzacaffè

Leggi tutto...

 

Oranghi nella foresta

Leggi tutto...

 

Penso che vale la pena di vivere, quando tragitto e meta hanno un valore coincidente.
Quando lo scopo più che la destinazione rappresenta il senso del viaggio.
Quando il viaggio è il percorso di chi crede negli stessi valori.
Quando chi sopravvive, nel bene e nel male, li rappresenta tutti.
Con la certezza che quando lo scopo oltrepassa la destinazione, diventa la vita stessa.


Tratto da A capo, di tutto, Edizioni del Girasole, 2011.

 
Altri articoli...